Acquedotto al collasso nel Compitese

CAPANNORI - Cresce la protesta nei paesi del Compitese per la condizione dell’acquedotto pubblico. Negli ultimi due giorni tra Caslvecchio e Colle si sono verificate tre rotture, con forti disagi per i residenti.

-

Acque spa, raccontano i cittadini, continua a rattoppare una tubazione ormai al collasso senza procedere alla sostituzione dei tratti più malridotti. E per diversi chilometri ormai l’acquedotto nel compitese è realizzato con tubi in polietilene non interrati che corrono lungo le strade.
Dovrebbero essere provvisori ma passano gli anni e nessuno li sostituisce.
Sono visibili tra Castelvecchio e Caccialupi, nel Comune di Bientina ma ce ne sono anche a Badia e a Colle.
A raccogliere la protesta dei compitesi è Liano Picchi, ex consigliere comunale. A lui raccontano che l’acqua che passa da questi tubi, d’estate, scaldata dal sole, arriva nelle case bollente e inutilizzabile. E che molti turisti, snervati da questa situazione e dai continui disservizi, hanno deciso di non venire più nella zona. Sotto accusa ovviamente c’è Acque spa, la società di gestione delle risorse idriche.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento