Anziana truffata e derubata di 900 euro

LUCCA - Una signora di Ponte a Moriano è stata raggirata da un uomo che, fingendosi amico di suo figlio e da cui avrebbe vantato un credito di 900 euro, l’ha convinta a farsi consegnare i soldi.

-

Con una finta telefonata al figlio, l’uomo ha convinto la signora a farsi consegnare i soldi per scongiurare oneri più gravi. Il fatto è stato segnalato dalla Questura di Lucca che negli ultimi mesi ha registrato una crescita costante di questi episodi. La polizia mette in guardia anziani e loro parenti a vigilare.
Le truffe più frequenti sono tre.
La falsa beneficenza: il truffatore si finge medico, ferma la vittima per strada e gli racconta di voler effettuare una donazione di medicinali, ma ha bisogno di un anticipo in denaro per pagare il notaio e così convince l’anziano a consegnargli la cifra.
La falsa eredità: la tecnica di truffa è la stessa della beneficenza, ma in questo caso di parla di un’eredità.
E poi i falsi funzionari Inps, Enel o Inpdap: i truffatori si presentano alla porta con la scusa di effettuare un controllo, ma poi in realtà raggirano le persone facendosi consegnare soldi o rubando cose di valore dall’abitazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento