Il Fondo Strategico Italiano entra in Kedrion

GALLICANO - Il FSI entra nel capitale dell’azienda biofarmaceutica di Bolognana, tra i leader nel mercato internazionale dei plasmaderivati. La holding del Ministero dell’Economia entra con un intervento di 150 milioni.

-

Le quote della società saranno, quindi, così ripartite: 48,8% alla finanziaria Sestant della famiglia Marcucci, 32,6% al fondo Investitori Associati e 18,6% al FSI, con l’opzione per Sestant ad acquisire quote in misura tale da riportarsi in maggioranza.
Il piano strategico che Kedrion ha proposto ai nuovi investitori prevede una crescita importante nei prossimi anni, legate soprattutto all’espansione dell’attività all’estero. Con società operative in Ungheria, Austria, Svizzera, Portogallo, Messico, Stati Uniti e centri di raccolta plasma di proprietà negli Stati Uniti, in Germania e in Ungheria, Kedrion è presente in più di 60 Paesi nel mondo. Nel 2011 Kedrion ha realizzato un fatturato di 277,3 milioni di euro. In questa operazione Kedrion è stata assistita da Morgan Stanley in qualità di consulente finanziario.
Operazione importante per il futuro dell’azienda lucchese e di moltissimi lavoratori: basti pensare che Kedrion è a capo di un Gruppo di oltre 1300 dipendenti, di cui il 46% sono donne e l’età media è 38 anni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento