Omicidio Romanini, a processo i tre carabinieri

LUCCA - Si aprirà il 12 luglio a Lucca il processo a carico dei tre carabinieri accusati di aver intralciato le indagini sull’omicidio dell’imprenditore camaiorese Stefano Romanini.

-

Questa mattina il maresciallo Ciro Ionta, 54 anni comandante della stazione di Camaiore, il brigadiere Gianluca Martignetti, 37 anni, ed Ennio Iardella, 55 anni, appuntato in pensione, sono stati rinviati a giudizio per favoreggiamento e omissione di atti d’ufficio. Lo scorso giugno i tre erano finiti agli arresti perchè, secondo la Procura di Lucca, avrebbero saputo fatti utili alle indagini sull’omicidio dell’imprenditore ucciso a colpi di pistola di fronte alla propria abitazione, ma non li avrebbero riferiti agli investigatori della polizia, contribuendo così a inquinare le prove.
Intanto l’altro filone d’inchiesta, quello sull’omicidio vero e proprio, vede ancora quattro persone iscritte nel registro degli indagati: un cugino della vittima, i suoi due figli e un quarto soggetto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento