Stefano Gori, la febbre sale a 42

ATLETICA - Tanti i titoli tricolore conquistati dal forte atleta non vedente di Ponte a Moriano. Anche ai recenti campionati italiani paralimpici di Torino Gori ha fatto incetta di medaglie con due ori, due argenti e un bronzo.

-

15_5_12__stefano_gori.jpg

Da molti anni per noi e’ il forte atleta non vedente di Ponte a Moriano. Ma Stefano Gori ormai e’ qualcosa di piu’ del campione che pure ha vinto sulle piste e sulle pedane di tutta Italia. Nel tempo Stefano e’ diventato un ambasciatore dello sport lucchese nonche’ un esempio per i giovani e tutti coloro che dalla vita hanno avuto dazio pesante da pagare. Da circa tre lustri e’ sulla breccia, e tra un proposito e l’altro di chiudere una carriera luminosa, continua a vincere e a fare incetta di medaglie e titoli italiani. Anche ai recenti campionati paraolimpici di Torino si e’ superato conquistando due ori, due argenti ed un bronzo. Insomma il solito grande protagonista. La somma dei titoli tricolori che in questo caso fa un bel totale e’ salita a quota 42. Le guide che lo hanno accompagnato nell’ennesima avventura tricolore sono Marco Del Medico, Patrizio Andreoli e Aaron Zanetti. Inoltre Gori rappresenta un esempio anche per altri atleti del movimento paralimpico: da segnalare a Torino l’argento del versiliese Alberto Palagi sui 5000 metri. Tra i prossimi impegni del pluricampione italiano il meeting in notturna di venerdi sera a Garbagnate (Milano). Il tempo passa ma Stefano Gori vuol continuare a stupire.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento