Taglio del nastro per Artemisia

CAPANNORI - Grande folla a Tassignano per l’inaugurazione di Artemisia, il nuovo polo culturale di Capannori nato dalla ristrutturazione dell’edificio del Mattaccio.

-

Grande folla a Tassignano per l’inaugurazione di Artemisia, il nuovo polo culturale di Capannori nato dalla ristrutturazione dell’edificio del Mattaccio, realizzata dal Comune, anche grazie al contributo della Regione e della Fondazione Cassa di Risparmio. Alla cerimonia, presieduta dal sindaco di Capannori Del Ghingaro, hanno partecipato tra gli altri il segretario della commissione cultura del Senato Marcucci e il presidente della Fondazione Cassa, Lattanzi.
814 metri quadrati complessivi, dislocati su tre piani e circondati da un’area verde, che danno la possibilità all’amministrazione comunale di concentrare in un unico luogo servizi e attrazioni per bambini, giovani e adulti. All’interno una biblioteca con cinque sale lettura e wi-fi gratuito 24 ore su 24, una stanza con libri e giochi, tutta dedicata ai bambini, un auditorium di 150 metri quadrati in cui trovano sede anche un’emeroteca e una mediateca, l’archivio storico e una caffetteria.
Sul retro del polo culturale è stata ricavata “Corte Mattaccio”, un’area all’aperto dotata di un palco a disposizione dei giovani capannoresi per iniziative culturali di vario genere, dal teatro alla musica.
“Con l’apertura di questo centro diamo alla comunità un luogo in cui i giovani possono studiare e riflettere assieme – ha detto il sindaco Del Ghingaro – Sono questi gli strumenti che un’amministrazione possiede per garantire un futuro di qualità al territorio”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento