Tambellini depone la “vecchia” politica lucchese

LUCCA - Il ballottaggio appena concluso per la politica lucchese rappresenta la fine di una stagione; a dirlo sono i numeri, al di là della sconfitta per il centrodestra in una delle sue roccaforti toscane.

-

Il vero vincitore che esce dalle urne è Alessandro Tambellini, il nuovo sindaco che in un momento di forte tendenza all’astensionismo, al secondo turno aumenta i suoi voti personali, arrivando la 70% della preferenze. In altre parole il volto e il nome di Alessandro Tambellini, anche attraverso la lista civica, sono stati determinanti per il risultato. Anche nel centrosinistra, infatti, se si leggono i numeri con attenzione, emerge una vena di sfiducia nei partiti tradizionali, soprattutto nel Pd, che rispetto a cinque anni fa perde circa 6 punti percentuali. In ogni sezione Tambellini al ballottaggio ha implementato quelli che al primo turno erano stati i voti diretti al sindaco, riuscendo a portare alle urne anche una parte degli elettori, che al primo turno erano rimasti a casa.
Di contro Fazzi, il candidato dell’Udc e dell’omonima lista civica, non è riuscito a diventare il campione del centrodestra ed è stato battuto da Tambellini in tutte le sezioni. Dati che dimostrano come l’elettorato di centrodestra abbia deciso in buona parte di disertare le urne, dando un messaggio inequivocabile all’ex sindaco Pietro Fazzi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento