Biennale d’arte a Montecarlo

MONTECARLO - Venti artisti per una biennale dallo scopo umanitario. Questa la sintesi della seconda edizione “Arte al castello-dono per la vita“, la mostra organizzata nella rocca di Montecarlo.

-

L’evento, organizzato dall’associazione culturale”Il Giardino di Bidi”, è stato inaugrato con il taglio del nastro dal sindaco Vittorio Fantozzi accompagnato dall’assessore alla cultura Massimiliano Paluzzi.
Il ricavato della mostra andrà in beneficenza al progetto Cia, ovvero Centro Italiano Adozioni e all’Istituto Santa Rita da Cascia e Bogotà. Tra i venti artisti che hanno esposto le loro opere nella rocca di Montecarlo, vari lucchesi, ma anche pittori arrivati da tutta Italia. Tra i principali nomi lucchesi Franco Pegonzi, con le sue linee filanti che in questa mostra concede nelle piccole fusioni ancora un tratto in qualche modo figurativo. Poi Pietro Soriano che a Montecarlo propone i suoi orsi polari ironici e piacevoli, ripresentando un modo di dipingere che richiama a quello delle origini di questo pittore lucchese. Poi tra i più pregevoli lavori esposti quelli di Massimo Renzi che con la sua tecnica di derivazione divisionista, ci racconta in modo estremamente gradevole la città da cui arriva, ovvero Senigallia. La mostra rimarrà aperta fino al 24 giugno. Tra le manifestazioni inserite nella biennale di Montecarlo sono previsti anche due spettacoli organizzati nel teatro dei Rassicurati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento