Enti morosi, “Sacro Cuore” a rischio

VIAREGGIO - Ad aprile, il deficit dell'associazione che assiste gli anziani indigenti era già di 45 mila euro. Nonostante gli impegni, il Comune non versa più i 2000 euro mensili e l’Asl 12 eroga la sua quota con forte ritardo.

-

L’associazione di Adolfo Giannecchini assiste da oltre 40 anni gli anziani (48, attualmente) in condizioni di totale indigenza. Nel 2010 ha sottoscritto una convezione con il Comune e l’Asl 12: l’amministrazione comunale dovrebbe erogare circa 2000 euro al mese. Una cifra irrisoria ma che, al 31 dicembre 2011, mancava da 8 mesi.
L’Asl 12, invece, versa 50 euro al giorno, a testa, per 10 dei 19 anziani non autosufficienti in carico alla struttura. I contributi, però, arrivano con 90 o 120 giorni di ritardo.
Risultato: l’associazione è costretta a tirare avanti con le quote che trattiene dalle pensioni mensili degli ospiti, nell’ordine dei 400 euro ciascuno. Ma non bastano neanche a coprire le spese “ordinarie” e il presidente Giannecchini è costretto a ricorrere a prestiti bancari, pagando i relativi interessi.
A fine 2011 il deficit dell’associazione era di 348 mila euro e, salvo clamorose novità, anche quest’anno non sarà molto inferiore.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento