Il CGC dura solo un tempo

HOCKEY A1 - Bianconeri sconfitti (8-4) a Valdagno in gara-uno della finale scudetto. Dopo un promettente primo tempo chiuso in vantaggio 4-2, nella ripresa il crollo delle zebre. Ora e’ vietato fallire sabato al Palabarsacchi.

-

6_6_12__hockey.jpg

Il CGC che non ti aspetti. E non perche’ a Valdagno una sconfitta non fosse preventivabile ma per come questa e’ maturata. Al Palalido va in scena il primo atto di una recita che puo’ essere lunga, anche fino a gara-5. Valdagno e CGC si presentano sulla scia delle semifinali in cui hanno eliminato rispettivamente Lodi e Forte dei Marmi in un derby quantomani oneroso per le zebre. Mariotti deve fare a meno di Motaran ma ha catechizzato a dovere i suoi sulle insidie di un match che infatti si mette subito in salita per la rete di Nicolia al 7’. La reazione del Viareggio e’ pero’ da squadra di razza e Alessandro Bertolucci (11’) ristabilisce subito la parita’. Tuttavia Valdagno pare avere piu’ sprint e condizione fisica sicche’ pochi secondi piu’ tardi (12’) Tataranni riporta avanti i biancoblu locali. Reazione d’orgoglio dei campioni d’Italia che vivono dieci minuti da top team. La rete di Garcia in contropiede (18’) con tocco sotto, e le due di Alessandro Bertolucci (pr lui tripletta personale) fissano il punteggio all’intervallo su un confortante 4-2 a favore del Centro. La partita sembra indirizzata favorevolmente ma nella ripresa succede cio’ che non ti aspetti. Valdagno e’ indemioniato e in soli tre minuti ha gia’ ribaltato punteggio e partita. Non c’e’ nulla da fare: Tataranni e Nicolia, tre goal a testa, imperversano imprendibili sulla pista. Finisce 8 a 4 per il Valdagno che si porta avanti 1-0 nella serie ma cio’ che preocuppa e’ il vistoso calo fisico accusato dai bianconeri nel finale. A fine gara coach Mariotti si e’ assunto le responsabilita’ della netta sconfitta ma ha gia’ lanciato propositi di rivincita in vista di gara-2 in programma sabato sera al Palabarsacchi. Ecco li’ il Centro dovra’ durare tutta la partita poiche’ un’altra battuta d’arresto sarebbe deleteria nella caccia al secondo scudetto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento