Il Cgc fa centro al golden goal

HOCKEY A1 - In gara-2 della finale scudetto, Viareggio batte fra le mura amiche il Valdagno 8 a 7 e riporta la serie sull'1-1. Gol decisivo di Alessandro Bertolucci al supplementare. Martedi' gara-3 ancora al Palabarsacchi.

-

10_6_12__cgc_hockey.jpg

Irriducibile e fantastico CGC. Sul baratro di una sconfitta che avrebbe indirizzato la serie e lo scudetto verso Valdagno, la squadra bianconera reagisce da compagine di razza e rimette in piede una serata che pareva ampiamante compromessa. Si gioca al Palabarsacchi col Centro chiamato alla riscossa dopo la netta sconfitta (4-8) patita al Palalido di Valdagno. Motaran e Rigo sono gli illustri assenti della finale-bis. Ci sono invece 1500 tifosi vogliosi di aiutare Viareggio verso un bis tricolore che avrebbe un valore immenso. Ma l’avvio del match e’ perlomeno choccante, da paura. Fate voi. Pronti via: Tataranni e Nicolia ancora loro infilano la difesa viareggina, ci mette lo zampino anche Deoro, con troppa facilita’. Alla fine del primo tempo ci si guarda negli occhi perplessi ma il risultato e’ impietoso: CGC 2, Valdagno 5 con le due reti delle zebre firmate da un ottimo Alberto Orlandi. E in avvio di ripresa il trend della partita non cambia anzi, Tataranni, ancora lui, porta il punteggio sul 6 a 2 ed allora pensi che tutto e’ finito. Ma il Valdagno non ha fatto i conti con lo straordinario carattere di Palagi e compagni. Inizia la rimonta lenta ma inesorabile: in un quarto d’ora tre volte Orlandi e due il redivivo Garcia ribaltano la partita sul 7 a 6 a favore del Centro col pubblico in visibilio. Ma la contesa non e’ archiviata. Tataranni, alla fine cinque reti e miglior uomo in pista, riporta il punteggio sul 7 a 7. Si rende cosi’ necessario un tempo supplementare che dura 55 secondi tanti ne servono ad Alessandro Bertolucci per infilare la pallina alle spalle di Oviedo. E’ la rete che vale la vittoria per 8 a 7 e che riporta la serie in perfetta parita’. E martedi’ si riparte con gara-tre ancora al Palabarsacchi. Le emozioni sono dietro l’angolo e lo scudetto piu’ che mai in bilico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento