Il Viareggio cerca casa di notte

CALCIO - La societa’ bianconera deve risolvere il problema dell’impianto d’illuminazione lato gradinata e va alla ricerca del nuovo direttore sportivo. Il Lucca United entrera’ con una quota nel FC Lucca che diverra' Srl.

-

18_6_12__stadio_pini_notte.jpg

Il Pini di notte. L’ultima ed unica volta che il Viareggio ha giocato in notturna risale allo scorso 12 ottobre: 1-1 con il Monza sotto gli occhi di Pierluigi Collina e Marcello Lippi. Ebbene, il nodo legato all’illuminazione lato gradinata dello stadio viareggino sta creando non pochi problemi alla societa’ del presidente Stefano Dinelli. Lo stesso numero uno bianconero si muovera’ nei confronti del presidente della Lega Pro Mario Macalli per trovare una soluzione equa e saggia. Del resto non si puo’ mettere a rischio l’iscrizione di una societa’ esemplare sul piano dei bilanci e della programmazione solo per una o due gare in notturna. Probabilmente il Viareggio dovra’ pero’ trovare un impianto alternativo rispondente ai requisiti della Figc appunto nel caso di qualche partita da giocare sotto la luce dei riflettori. Ma la dirigenza bianconera e’ al lavoro anche per il nuovo DS: il sostituto di Giovanni Dolci approdato al Como. In tal senso nei giorni scorsi c’e’ stato un primo contatto esplorativo con Massimo Varini, ex diesse di Reggiana e Spezia. Rimane invece sospeso il discorso-allenatore. Il primo rendez-vous con Stefano Cuoghi non e’ stato positivo: probabile pero’ che le due parti si rivedano per un incontro decisivo. Dopo aver definito l’allenatore e i primi tre colpi di mercato, anche il diesse del FC Lucca Bruno Russo non se ne sta con le mani in mano. Vero che da noi intercettato il dirigente rossonero ha ribadito la necessita’ e la volonta’ di operare con calma sul mercato. Del resto all’inizio della nuova stagione manca circa un mese ma i tasselli da incastonare nella nuova rosa sono diversi. Imminente l’ingresso di Lucca United con l’acquisto di una quota nella nuova societa’ che si costituira’ in srl nei prossimi giorni. Annotazione finale sulla Massese del barghigiano Gino Tazzioli che battendo 3 a 0 l’Olbia nella gara di ritorno della finale playoff ha conquistato la promozione in serie D. Un avversario in piu’ di blasone e di spessore per la squadra di Luciano Bruni. Insomma ancorche’ a livelli inferiori il prossimo campionato riproporra’ una sfida dal sapore antico tra rossoneri e bianconeri apuani.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento