La Bolkestein all’esame del parlamento

VERSILIA - Questa settimana le commissioni camera e senato del Parlamento inizieranno l’esame della legge italiana che dovrà recepire la direttiva europeache prevede la messa all’asta delle concessioni demaniali.

-

Entra nella sua fase decisiva la lunghissima battaglia degli operatori balneari contro la direttiva Bolkestein, che prevede la messa all’asta delle concessioni demaniali. Questa settimana le commissioni camera e senato del Parlamento inizieranno l’esame della legge italiana che dovrà recepire la direttiva europea. E’ la battaglia intrapresa dal Comitato versiliese, che guida i balneari di tutta Italia, sta tutta nella possibilità di ottenere una deroga per la propria categoria, cioè tirarla fuori dagli effetti della legge che prevede la liberalizzazione in vari settori del commercio. Il punto della situazione è stato fatto a Villa Borbone, alla presenza, oltre che degli operatori, dei rappresentanti dei Comuni versiliesi, del presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza e di Luciano Monticelli, responsabile nazionale per il demanio marittimo dell’Anci, l’Associazione dei comuni italiani. Ottenere la deroga non sarà facile, perchè la chiedono anche altre categorie, come i venditori ambulanti. Monticelli ha garantito che l’Associazione Comuni appoggerà i balneari, creando fin da subito dei tavoli tecnici per l’esame approfondito della situazione, ma ha sottolineato come a questo punto debba esser il governo centrale a prendere finalmente una decisione sulla deroga. Sulla stessa lunghezza d’onda Comitato e sindacati, secondo i quali i balneari hanno già pagato a caro prezzo questa situazione di incertezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento