La vanità delle star secondo LaChapelle

LUCCA - Al museo di arte contemporanea di Palazzo Bocella, a Lucca è stata aperta la mostra che raccoglie 53 scatti del 48enne fotografo americano, divenuto famoso per i suoi lavori nel campo della moda e della pubblicità.

-

‘Posso fare tutto. Se vedo qualcosa nella mia mente, qualsiasi cosa, riesco a ricrearlo’. Parole di David LaChapelle, probabilmente il fotografo più originale e stravagante della nostra epoca.
Al museo di arte contemporanea di Palazzo Bocella, a Lucca è stata aperta la mostra che raccoglie 53 scatti del 48enne fotografo americano, divenuto famoso per i suoi lavori nel campo della moda e della pubblicità. Tanti i personaggi dello star system ritratti da LaChapelle, ad iniziare dall’attrice Angelina Jolie. Ma ci sono anche Lady Gaga, Elton John, Witney Houston e Michael Jackson.
La mostra è suddivisa in dieci sezioni tematiche, da quella dedicata alle celebrità a quelle più trasgressive. In tutte domina l’ironia, spinta all’eccesso, che esalta il vizio della vanità. LaChapelle non è certo il fotografo dello scatto rubato.
Non è il reporter che aspetta il momento speciale, ma lo inventa o lo pianifica, magari bloccando l’intuizione con il disegno o dipingendone una bozza con gli acquarelli.
E’ così che è diventato il fotografo più conteso di riviste del calibro di Vanity Fair, Vogue e Rolling Stones.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento