Mei trionfa a San Pellegrino

ATLETICA - La decima edizione della terribile Scalata e’ andata all’alfiere dell’Atletica Castello che precede il marocchino Midar e Guerrucci. Rachele Fabbro del Lammari vince in campo femminile. Record di partecipanti: 164.

-

17_6_12__massimo_mei.jpg

La Castiglione-S.Pellegrino nella versione moderna taglia il traguardo del decennale con un’edizione da record. Sono infatti circa 170 gli atleti iscritti che alle 9,30 si presentano nel piccolo e magnifico borgo di Castiglione Garfagnana per affrontare la durissima scalata che misura quasi 12 chilometri: 11,8 per l’esattezza. La corsa e’ valida anche per il campionato toscano Uisp. Ampio il ventaglio dei protagonisti annunciati anche se qualche nome, sia in campo maschile che femminile, si fa decisamente preferire. Mei e Guerrucci assieme ad una paio di africani; Romina Sedoni con l’inossidabile Rachele Fabbro. Ecco i nomi su cui puntare. Protagonisti annunciati e tali saranno. La giornata e’ caldissima ed anche salendo in quota il sole picchia duro. Mei fa selezione e rimane da solo gia’ all’intermedio di Chiozza. Dietro e’ lotta serrata per la piazza d’onore tra Guerrucci ed il marocchino Hicham Midar. Dietro lungo il serpentone colorato che risale con punte anche al 18% Rachele Fabbro prende l’iniziativa e stacca in modo netto la compagna di squadra Romina Sedoni. La fatica e’ tanta e il clima estivo non favorisce grandi prestazioni cronometriche: i record di Gaiardo e della stessa Sedoni sono al riparo. Inattaccabili. Sul traguardo di San Pellegrino in Alpe Massimo Mei si presenta solitario e chiude con un buon 56’ netto. Midar vince il duello per il secondo posto e dopo oltre tre minuti taglia la linea d’arrivo precedendo di una dozzina di secondi Marco Guerrucci. Molti tagliano il traguardo piuttosto affaticati per non dire stremati, altri relativamente freschi. Dopo 1h.07’49 ecco una strepitosa Rachele Fabbro che vince la corsa al femminile. Romina Sedoni deve accontentarsi della piazza d’onore mentre sul gradino piu’ basso del podio finisce Luana Righetti del GP Alipi Apuane. Gli arrivi si susseguono fino al limite delle due ore. Perfetta infine l’organizzazione del GP Parco Alpi Apuane orchestrato dal dinamico presidente Graziano Poli. Prossimo appuntamento il 15 luglio con la terribile ed affascinante Sky Race.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento