Nuovo ospedale: si inaugura a febbraio 2014

LUCCA - "La fine dei lavori è prevista per marzo 2013, l’attività per febbraio 2014”. Lo ha detto il direttore generale della Asl D’Urso. Tambellini: “Esproprieremo terreni per fare parcheggi gratuiti”.

-

Queste sono due delle principali novità che emergono dalla visita sul cantiere del nuovo nosocomio, organizzata per autorità e giornalisti dalla Asl. Durante l’illustrazione il direttore generale Antonio D’Urso ha dato i primi numeri sul monoblocco. Il nuovo ospedale in totale avrà 354 posti letto, alcune decine in più rispetto del vecchio Campo di Marte. Si articolerà su 16mila metri quadrati coperti, dedicati alle attività sanitarie distribuite su tre piani. Per la prima volta al sopralluogo c’è anche il Comune di Lucca, rappresentato dal neo sindaco Alessandro Tambellini, l’assessore regionale alla sanità, Luigi Marroni, il presidente della commissione Marco Remaschi, il presidente della conferenza dei sindaci Giorgio del Ghingaro. Il cantiere è in stato avanzato. “La struttura – dice D’Urso – è stata concepita per essere organizzata con il criterio dell’intensità di cura, per garantire a tutti i cittadini il trattamento sanitario migliore, senza sprechi dividendo in modo rigido il percorso ospedaliero delle urgenze da quello degli interventi programmati”.
Tambellini poi ha annunciato che all’esterno dell’ospedale saranno realizzati anche parcheggi gratuiti, attraverso l’esproprio dei terreni, dal momento che all’interno del perimetro la sosta sarà a pagamento. Infine Del Ghingaro ha posto la questione della viabilità, uno dei punti critici del progetto, anche se dal Comune di Lucca adesso c’è la disponibilità a collaborare per trovare soluzioni. Infine nel corso della visita è stata affrontata la questione della destinazione d’uso del vecchio Campo di Marte. Qui rimarranno le attività sanitarie non propriamente ospedaliere e inoltre una parte verrà destinata ad altro, ma sicuramente non sarà oggetto di speculazione edilizia, come garantisce il sindaco Tambellini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento