Pastechi condannato a 3 anni e mezzo

VIAREGGIO - Tre anni e mezzo di carcere e inibizione per 5 anni dai pubblici uffici. E' questa la sentenza per bancarotta fraudolenta per la vicenda Team Fish pronunciata nei confronti dell'assessore alla polizia municipale.

-

2_07_pastechi.jpg

La condanna arriva al termine di una lunga vicenza giudiziaria cominciata nel 2005, quando l’allora presidente della circoscrizione di Torre del Lago fu arrestato anche per corruzione, concussione e abusi di ufficio. Reati, questi, che in fase dibattimentale non sono stati mai provati e che erano ormai caduti in prescrizione.
Oltre a Pastechi, il tribunale ha condannato anche Giuseppina Valenti e Giovanni Ciocia, rispettivamente a tre anni e a sei mesi. Secondo l’accusa Valenti e Ciocia figuravano come soci e amministratori della Team Fish, ma chi conduceva le operazioni dell’azienda alimentare, per quanto non figurasse sulla carte, era lo stesso Pastechi. E sarebbe stato proprio lui a svuotarla dei beni prima della dichiarazione di fallimento da parte del Tribunale di Lucca.
Per quanto riguarda l’accusa di incendio doloso di una bilancia sul lago di Massaciuccoli, l’assessore e Maurizio Balestri, ispettore del Parco di Migliarino San Rossore, sono stati assolti, come da richiesta del pm.
“Sono amareggiato, ma ne prendo atto – ha commentato Pastechi -. Ovviamente ricorreremo in appello perchè in questa vicenda non c’entro assolutamente”. Sulla sua posizione di assessore Pastechi attende le decisioni del Pdl. “Fino alla sentenza definitiva posso rimanere al mio posto, ma sono a disposizione del partito”. Il coordinatore del Pdl Santini e il sindaco Lunardini per il momento non si sbilanciano: “E’ ancora presto. Valuteremo cosa fare”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento