Primo consiglio comunale per Tambellini

LUCCA - Dopo il giuramento di Tambellini sulla Costituzione e un lungo discorso di oltre quaranta minuti, il consiglio ha eletto il suo presidente: è Matteo Garzella e il sindaco ha nominato Reggiannini suo vice.

-

Con poche parole di giuramento, pronunciate sulla Costituzione entra nel pieno della sue funzioni di sindaco Alessandro Tambellini durante la prima seduta del consiglio comunale. Per questo mandato ridotto a trentadue consiglieri oltre al sindaco. Tanti volti nuovi, soprattutto sui banchi del centrosinistra, decisamente più giovani e con una maggiore rappresentanza femminile, con molte persone alla prima esperienza amministrativa. All’opposizione invece facce per lo più note, di veterani della politica lucchese, tra questi anche l’ex sindaco Mauro Favilla e Pietro Fazzi, lo sfidante di Tambellini al ballottaggio.
Quando Tambellini prende la parola e comincia il suo primo discorso da sindaco, cita Scalfaro, l’ex presidente della Repubblica, parla della Costituzione e della sua importanza per chi amministra la cosa pubblica. Poi tocca temi come la partecipazione civica, la questione dell’antipolitica, in consiglio ci sono anche due esponenti del movimento Cinque stelle. La delusione dei cittadini, da contrastare, di fronte al fallimento della Seconda Repubblica. Poi le prime azioni politiche del mandato: lo snellimento delle norme per la modifica dell’accesso agli atti, la trasparenza per l’opposizione e la gestione di Lucca Holding, nell’interesse di tutti i cittadini. La prima tappa amministrativa invece sarà la redazione del nuovo bilancio consuntivo, che la giunta vorrebbe presentare per fine giungo, cercando di mettere ordine nei conti. Durante il primo consiglio inoltre è stato eletto il presidente dell’assemblea Matteo Garzella e il nuovo vicesindaco invece è Carla Reggiannini che era già stata nominata assessore al sociale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento