Strage Viareggio, incontro in Procura

LUCCA - Una ristretta delegazione dei familiari delle vittime, guidata da Daniela Rombi, presidente dell’associazione Il Mondo che Vorrei, si è recata in via Galli Tassi per incontrare il procuratore capo di Lucca, Aldo Cicala.

-

A poco più di venti giorni dal terzo anniversario del disastro ferroviario di Viareggio, una ristretta delegazione dei familiari delle vittime, guidata da Daniela Rombi, presidente dell’associazione Il Mondo che Vorrei, si è recata in via Galli Tassi per incontrare il procuratore capo di Lucca, Aldo Cicala.
Un incontro in forma privata, per capire a che punto sia l’inchiesta condotta dalla Procura di Lucca che vede attualmente indagate per omicidio colposo e disastro ferroviario 38 persone, tra cui l’amministratore di Ferrovie Mauro Moretti e i vertici delle società del gruppo.
Al momento non sono emersi particolari sul contenuto del colloquio.
Nei giorni scorsi Daniela Rombi si era augurata che l’inchiesta potesse essere chiusa prima del 29 giugno ed aveva annunciato un presidio davanti alla Procura, manifestazione poi annullata dopo che era stato concordato l’incontro con il procuratore Cicala. La sensazione è che comunque siamo ormai alla conclusione delle indagini e in prossimità delle richieste di rinvio a giudizio, per il disastro costato la vita a 32 persone.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento