Arrestati due albanesi per spaccio e armi

VIAREGGIO - Due albanesi di 27 e 31 anni, Zamir Nikay e Arjan Radi, sono stati arrestati dal personale del Commissariato di polizia per detenzione di sostanze stupefacenti e possesso di arma clandestina.

-

La polizia ha cominciato le indagini sulla base della loro sospetta presenza quotidiana fuori da un chiosco nella pineta di Levante, sul viale dei Tigli. Gli agenti hanno rinvenuto nel loro appartamento 1 etto di cocaina nascosta nel forno della cucina e una pistola calibro 7,65 con un colpo in canna. L’arma, di fabbricazione russa, era clandestina. All’irruzione nell’appartamento da parte degli agenti uno dei due albanesi ha cercato di far sparire la droga e non è riuscito ad arrivare al cassetto dove era custodita la pistola. La polizia ha sequestrato anche un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi. I due albanesi erano rifornitori di spacciatori in città, ma erano arrivati a Viareggio da poco tempo. Adesso si trovano rinchiusi nel carcere di San Giorgio di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento