Autosalone prende soldi, ma non consegna auto

LUCCA - La Squadra Mobile ha denunciato per truffa i due titolari di una concessionaria. I due sono accusati di aver incassato i soldi per un'auto da 40.000 euro e di non averla mai consegnata allo sfortunato acquirente.

-

copia_di_12_10_10_polizia_prostituzione23.jpg

Secondo la ricostruzione della polizia, l’uomo, un 37enne impiegato pubblico, aveva prenotato dalla concessionaria l’auto dei suoi sogni, una berlina superaccessoriata da 40.000 euro. Dopo aver versato la caparra aveva atteso due mesi per l’arrivo della vettura prenotata; poi nelle scorse settimane è stato convocato in concessionaria dove gli è stato spiegato che l’auto era arrivata al piazzale di stoccaggio di Livorno, e per accelerare i tempi di installazione degli accessori richiesti doveva saldare l’intera cifra. L’impiegato entusiasta ha versato quanto richiestogli, staccando un secondo cospicuo assegno, ma da quel momento sono iniziati i problemi; con diverse scuse la concessionaria ha rimandato la consegna dell’auto, fino a che l’ impiegato vi ha “fatto irruzione” imbufalito mettendo alle strette i proprietari. Che seraficamentre hanno ammesso di essere in grosse difficoltà per colpa del blocco creditizio conseguente alla attuale situazione finanziaria del Paese, di non essere l’unico ad aver versato notevoli somme senza avere ancora avuto l’autovettura in consegna, che le concessionarie non riescono a pagare le autovetture alle Case madri perché non hanno liquidità e non hanno credito etc. All’uomo sconsolato non è rimasto altro che sporgere querela; al termine degli accertamenti la Squadra Mobile ha denunciato i due proprietari per truffa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento