Banditi assaltano le Poste

CAPANNORI -Erano da poco passate le 14, quando due banditi a bordo di una Fiat Uno hanno usato l’auto come una ariete per sfondare la vetrina e hanno rapinato l’ufficio postale: bottino 36mila euro.

-

Erano da poco passate le 14, quindi l’orario di chiusura dello sportello, quando due banditi a bordo di una Fiat Uno hanno usato l’auto come una ariete per sfondare la vetrina e hanno rapinato l’ufficio postale di Pieve San Paolo, nel comune di Capannori. Al momento della spettacolare e pericolosa incursione i due impiegati che si trovavano all’interno del locale, stavano caricando il Postamat con le banconote. I malviventi, uno dei quali indossava un casco mentre l’altro aveva una bandana a travisargli il volto, non hanno mostrato armi ma si sono fatti consegnare tutto il denaro e poi sono fuggiti con la stessa utilitaria. Secondo le prime testimonianze raccolte dai carabinieri che sono subito intervenuti sul posto, il bandito che si è fatto consegnare i soldi parlava italiano senza particolari inflessioni. Per cercare di bloccarne la fuga da Pisa si è levato in volo anche l’elicottero dell’arma. L’auto usata per la spaccata e la fuga e’ stata rinvenuta circa un’ora dopo in una strada del quartiere arancio, nell’immediata periferia del centro storico di Lucca. Secondo i primi calcoli la rapina avrebbe fruttato ai banditi circa 36mila euro in contanti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento