Ex Safill, chiesti sei rinvii a giudizio

LUCCA - La Procura di Lucca ha chiesto il rinvio a giudizio per sei persone nell’ambito della vendita della ex Safill, sulla circonvallazione. Tra questi l'ex assessore Marco Chiari.

-

copia_2_di_26_10_tribunale.jpg

Chiari e l’ex direttore generale del Comune, Massimiliano Volpi, sono accusati di corruzione per aver compiuto atti contrari ai loro doveri d’ufficio. La segretaria generale del Comune Tiziana Picchi,è accusata di falso in atto pubblico. Chiesto il processo anche per l’amministratore unico di Safill,
Alberto Baraldi, l’ex amministratore, Umberto Pera e il geometra Fabio Giorgetti, accusati di corruzione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento