Il processo? Non prima di un anno

VIAREGGIO - Le indagini sul disastro ferroviario di Viareggio sono state chiuse dopo tre anni. Ma per la partenza dell’eventuale processo bisognerà probabilmente attendere ancora un altro anno.

-

Con la chiusura dell’inchiesta si apre una della fasi più delicati dell’iter giudiziario. Adesso i 32 indatati ancora prima che la procura formalizzi l’eventuale rischiesta di rinvio a giudizio al giudice per le indagini preliminari, potranno presentare una memoria difensiva o chiedere di essere ascoltati dagli inquierenti o addirittura un supplemento di indagine. Per fare questo è previsto un tempo di circa 20 giorni, ma appare probabile che la procura di lucca, nel caso di Viareggio, decida di prorogare il termine per i 32 indagati, vista la grande mole di documenti prodotta durante le indagini. Poi, il percorso più probabile, prevede la formalizzazione al gip della richiesta di rinvio a giudizio. Tale atto se accolto poterà all’udienza preliminare ovvero la primisisma fase del processo dove si deciderà chi dei 32 indagati andrà in qualita di imputato al processo e con quali accuse. Prima di vedere la conclusione di questa tappa però dovra passare ancora del tempo in molti pensano gia che se ne riparli non prima di un anno. Ma in italia non potrebbe essere altrimenti, nel rispetto della legge e delle garanzie di tutti i cittadini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento