Il trittico ritrovato

LUCCA - Ha aperto i battenti al Museo di Villa Guinigi la mostra ‘Pittori al tempo di Paolo Guinigi. Battista di Gerio in San Quirico all’Olivo’, promossa dalla Sovrintendenza di Lucca e Massa Carrara.

-

Furono diversi gli artisti che nel Quattrocento, grazie alla sensibilità di Paolo Guinigi, poterono esprimere al meglio il loro talento. E il pisano Battista di Gerio fu uno di questi. Fulcro della mostra è il suo trittico realizzato nel 1417 per la chiesa di San Quirico all’Olivo, le cui parti vennero disperse tra Lucca, la Francia e gli Stati Uniti. La parte centrale dell’opera ‘Madonna in trono con bambino’, a causa del cattivo stato di conservazione, è rimasta al museo di Filadelfia. A Lucca è visibile una riproduzione. Le altre due parti sono invece originali. Quella messa a disposizione dal Museo di Avignone, che raffigura i Santi Giuliano e Luca e un donatore. E quella già in possesso del Museo, raffigurante i Santi Quirico, Giulitta e Sisto Papa. La mostra comprende anche contenuti multimediali che illustrano i percorsi seguiti per il restauro delle opere. La mostra e il museo di Villa Guinigi, sono visitabili a ingresso libero fino al 6 gennaio 2013.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento