Le Mura e ArcAnthea cambiano volto

BASKET - Parecchie novita’ nelle due squadre lucchesi. Tre i volti nuovi dell’ArcAnthea che si accinge ad altri colpi. Le Mura ingaggia la Gianolla, le americane Johnson e Peters ed e’ vicina alle giovani Spreafico e Dotto.

-

29_07_12__cesto_basket.jpg

Matteo Negri e’ il terzo ma non l’ultimo colpo dell’ArcAnthea che gia’ nei prossimi giorni dovrebbe annunciare nuovi acquisti per completare un roster forte e competitivo ai massimi livelli (da primi tre posti) anche in DNA. Almeno questa e’ la volonta dei dirigenti e dei tecnici biancorossi ribadita nel corso dell’ultima conferenza stampa. Riepilogando: il roster a disposizione di coach Russo e’ formato dai riconfermati Davide Parente e Andrea Barsanti e dai nuovi Walter Santarossa, Riccardo Bottioni e, appunto, Matteo Negri. A questi cinque elementi andra’ probabilmente aggiunto Davide Crotta che l’ArcAnthea pare seriamente intenzionata a confermare al pari di Gianmarco Sorrentino. La societa’ dei patron Aurichhio e Susanna attende con impazienza anche la composizione ufficiale del girone che arrivera’ solo fra qualche giorno. Si teme un raggruppamento unico a 20 squadre che significherebbe 38 partite, molti turni infrasettimanali e trasferte estenuanti. Non ha problemi del genere Le Mura nella A1 femminile confermata a 12 squadre e che iniziera’ il 13 e 14 ottobre con l’Opening Day, probabilmente a Pescara. I massimi dirigenti biancorossi, col presidente Cavallo in testa, hanno espresso concetti decisamente chiari come l’accesso ai playoff anche se ripetersi a certi livelli non sara’ davvero facile. Intanto la squadra della prossima stagione e’ quasi fatta. A fronte di alcune partenze sono infatti arrivate: Angela Gianolla dal Taranto e le americane Adrienne Johnson e Deveraux Peters che avranno il compito di non far rimpiangere Hampton e Willis. In dirittura d’arrivo anche l’acquisizione delle giovani Laura Spreafico svincolatasi dal Como e Francesca Dotto dal San Martino di Lupari. Sono invece rimaste in biancorosso: Andrade, Bagnara, Favilla e Ruzickova.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento