Taglio del nastro per il Polo Tecnologico

LUCCA - Giorno d'inaugurazione per il Polo tecnologico lucchese, struttura della Camera di Commercio destinata a diventare sede ideale per micro aziende che si muovono nei settori dell’innovazione.

-

La più grande impresa mai realizzata dalla Camera di Commercio di Lucca. Così il presidente Claudio Guerrieri ha presentato il Polo Tecnologico Lucchese, a Sorbano del Giudice, nel giorno dell’inaugurazione del secondo edificio, quello destinato ad accogliere le imprese, che si va ad aggiungere a quello che già ospita la Lucense e diversi laboratori. Realizzato con un impegno economico complessivo di 13 milioni di euro, grazie anche al contributo di Regione e Fondazione Cassa di Risparmio e al sostegno di Provincia e Comune, il Polo mira a diventare la sede ideale per aziende in fase di nascita e di forte sviluppo, in tre campi particolari:
tecnologie di informazione e comunicazione, edilizia sostenibile e tecnologie energetiche.
A Sorbano le aziende possono usufruire di un sistema integrato di servizi, logistici e formativi.
Ma soprattutto hanno la possibilità di entrare in un circuito di scambio di conoscenze con centri universitari e mondo imprenditoriale, il vero valore aggiunto del Polo tecnologico.
Il nuovo edificio, di oltre 4mila metri quadrati, costruito secondo i principi dell’edilizia sostenibile, ospita già 5 aziende, entrate tramite un bando pubblico. Si occupano di settori anche molto diversi tra loro: dalla produzione di carta a basso consumo alle nuove tecnologie da installare su auto, moto e kart. Altre aziende entreranno a breve. Ma anche il Polo non smetterà di crescere. La Camera di Commercio ha acquistato i terrenni su cui sorgeranno il terzo e il quarto lotto della struttura.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento