Acqua di mare nel lago: di chi è la colpa?

VERSILIA - La Provincia di Lucca afferma che la salinizzazione delle acque non è dovuta al guasto delle Porte Vinciane. Intanto gli agricoltori potrebbero chiedere il risarcimento per i danni alle coltivazioni.

-

E’ scontro fra gli Enti che si occupano del lago di Massaciuccoli e monta anche la protesta degli agricoltori che potrebbero chiedere il risarcimento dei danni subiti dalle coltivazioni irrigate con acqua salata. La Provincia di Lucca si difende dall’accusa di aver sottovalutato la gravità della situazione. Il guasto alle Porte Vinciane di Viareggio, scrivono da Palazzo Ducale, non è il principale responsabile della salinizzazione del lago, che invece dipende da molti fattori. Uno di questi è l’uso agricolo dell’acqua dolce, erogata dal Consorzio di Bonifica per le coltivazioni di ortaggi e frutta. Di diverso avviso il Consorzio ma anche l’Autorità di Bacino del fiume Serchio che attribuisce alle Porte Vinciane guaste, l’ingresso massiccio di acqua salata. Ciò che è certo è che il Massaciuccoli continua ad essere un “malato grave” per il quale non si riesce a trovare la cura, nonostante i molti convegni e i molti Enti che se ne occupano. E i filari di pesche e meloni rovinati, sui quali spicca il bianco del sale dopo l’evaporazione dell’acqua, sono un segnale altrettanto chiaro

Lascia per primo un commento

Lascia un commento