ArcAnthea fa l’americana

BASKET DNA - Bella prova dei biancorossi che battono 85-80 la Bryant University. In bella evidenza il solito Parente (20 punti) ma anche i nuovi Santaorssa e Zanotti. Out Barsanti, Bottioni e Casagrande. Sabato sera a Pistoia.

-

27_08_12__arcanthea.jpg

Bene, anzi benone. Se come suol dirsi il buon giorno si vede dal mattino…Un’alba stagionale che per l’ArcAnthea Pall. Lucca ha i colori a stelle e strisce della Bryan University, formazione dalla Ncaa. C’e’ un discreto pubblico sulle gradinate del Palatagliate, circa 350 spettatori, per assistere alla prima uscita della nuova squadra. Coach Russo deve fare a meno di pedine pesanti: Bottioni e Casagrande sono a letto con l’influenza, Barsanti e’ a bordo campo che scatta e corre con il fisioterapista. Il capitano restera’ a guardare per tutta la partita. Rotazioni limitate dunque soprattuto sugli esterni per un’ArcAnthea in elegante completo bianco. Ma la squadra disputa egualmente una gara di assoluto livello: vivace e su ritmi imprevedibili per essere a fine agosto. Avvio perentorio di Lucca col tabellone che segna subito un eloquente 8 a 0. Ma gli americani con un eccellente Starks (31 punti) non ci stanno, prendono le misure e alla fine del primo-quarto (19-18) mettono il naso avanti. Buono l’impatto nel match anche di Zanotti e Crotta che consente alla squadra lucchese di andare al riposo sul 31 a 29. Alla distanza le assenze, e le rotazioni limitate, si fanno sentire tanto che gli americani impattano sul 77 pari. Ma Negri e il solito ottimo Parente (20 punti e tante giocate) rintuzzano le ultime velleita’ U.S.A e il tentaivo di sorpasso. Finisce 85 a 80 per l’ArcAnthea per la soddisfazione di coach Russo espressa in modo palese anche a fine partita. Prossimo test sabato sera a Pistoia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento