Carabinieri e Cgil contro il lavoro nero in spiaggia

CAMAIORE - I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro, durante varie controlli eseguiti negli stabilimenti balneari di Viareggio e Lido di Camaiore hanno trovato un lavoratore a nero.

-

Per il proprietario del bagno è scattata la sanzione di 3500 euro e la sospensione dell’attività imprenditoriale. Nel corso del blitz i carabinieri hanno controllato anche altri stabilimenti e per il momento non sono emersi ulteriori casi di lavoro irregolare. “La presenza di un lavoratore a nero – dice Umberto Marchi della Filcams-Cgil – conferma la fondatezza della denuncia verso ignoti presentata lo scorso 20 agosto dal sindacato all’ispettorato del lavoro”. Nella denuncia il sindacato riferiva di varie situazioni irregolari per i lavoratori degli stabilimenti di Lido di Camaiore e più in generale della Versilia. Secondo il sindacato infatti la maggior parte dei lavoratori irregolari sarebbero utilizzati proprio per il lavoro di pulizia e risistemazione della spiaggia nelle ore serali. “Noi auspichiamo – aggiungono dal sindacato – che anche il prossimo anno continuino i controlli da parte dell’ispettorato del lavoro e dei carabinieri”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento