In difesa di Lucca capoluogo

LUCCA - Quattro organi di informazione (Noitv, La Nazione, Lo Schermo e Radio 2000) uniscono le forze per una campagna informativa in difesa di Lucca città capoluogo, contro le ipotesi di maxi provincia di Governo e Regione.

-

lucca1.jpg

Il riordino delle province deciso dal Governo Monti, cancella di fatto la funzione della provincia di Lucca come capoluogo. Dopo la decisione presa dal Parlamento, infatti, Lucca entrerà a far parte di una maxi-provincia con Pistoia, Massa Carrara e Prato, di cui proprio Prato diventerebbe capoluogo in quanto area più popolosa. L’altra prospettiva è che la Regione Toscana, con una proposta di modifica, crei invece un maxi-provincione di area vasta, che vedrebbe finire Lucca con Pisa e Livorno. In questo caso a diventare capoluogo sarebbe la città labronica. La perdita della funzione di capoluogo per Lucca sta scatenando una serie di reazioni a difesa della storia e dell’identità della nostra terra, anche perchè all’inizio si era parlato dell’abolizione di tutte le province, non di creare aggregazioni. E proprio per sensibilizzare tutti sulla questione, in vista anche della riunione del consiglio comunale di Lucca che dovrà pronunciarsi contro la perdita di funzioni per il nostro territorio, quattro organi di informazione hanno deciso di unire le loro forze. Si tratta di Noi TV, La Nazione, Lo Schermo.it e Radio 2000. Che insieme proporranno approfondimenti, interviste e iniziative per far mobilitare ancora di piu’ le nostre istituzioni a difesa del ruolo centrale che Lucca ha sempre svolto. Il varo ufficiale dell’iniziativa con la presentazione del logo ufficiale della campagna per mantenere Lucca capoluogo, avverrà nei prossimi giorni anche attraverso la sottoscrizione di un appello e il lancio di un profilo Facebook, oltre al coinvolgimento di tutti i cittadini che vorranno eventualmente dire la loro, e potranno indirizzare le loro prese di posizione nei modi che comunicheremo quanto prima. Una battaglia dunque a difesa delle nostre radici, di cui ci occuperemo tutti i giorni all’interno del Tg.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento