La Lucchese c’è

CALCIO D - CALCIO D - Finisce 1-1 l’amichevole con i lanieri giocata a Borgo a Buggiano. Buone indicazioni dalla truppa di mister Bruni. Unica nota stonata, l’infortunio occorso ad Aliboni nel finale di partita.

-

Dopo le prime uscite contro Rignanese e Lammari, la Lucchese affronta un avversario di calibro come il Prato che nella stagione alle porte disputerà il campionato di Prima Divisione. Sul campo di Borgo a Buggiano, mister Bruni manda dunque in campo una formazione che probabilmente assomiglierà molto all’undici titolare con Coco alle spalle di Brega, Gatto e Lima sugli esterni, Redomi regista al fianco di Del Giudice.
Dopo le prime schermaglie è il Prato ad avere le prima vera occasione dopo una decina di minuti. Napoli lancia lungo per Corvesi che serve Benedetti. Calcio di prima intenzione e palo pieno.
Sette minuti e sono ancora i lanieri a farsi pericolosi. Napoli, sempre lui, va sul fondo, supera un difensore rossonero e mette in mezzo ancora per Benedetti, ma la sua conclusione viene deviata in angolo.
Alla mezz’ora la prima occasione della Lucchese con Gatto che dopo essersi mosso bene fino all’area di rigore tentenna e permette il recupero di Bisoli.
Si va al secondo tempo e mister Bruni non cambia niente. Passano 60 secondi e la Lucchese trova il vantaggio. Aliboni prova il diagonale, il portiere del Prato Morandi interviene, ma Gatto si fa trovare al posto giusto e la mette dentro.
Il Prato non ci sta e prova subito la reazione. Prima Casapieri respinge un tiro di Palavisini, poi sulla palla si avventa Napoli che spara alto.
L’attaccante dei lanieri però è scatenato e alla mezzora trova l’agognato gol. Papini apre per Napoli che dopo aver controllato salta un avversario e fa secco Casapieri con un tiro preciso.
Finisce 1-1. Giusto così probabilmente e i segnali positivi per la Lucchese ci sono, eccome. Peccato per l’infortuno occorso ad Aliboni nei secondi finali della partita. Il difensore rossonero esce dopo uno scontro con Petroni per una botta al malleolo che i sanitari dovranno valutare con attenzione nelle prossime ore.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento