No alla super Provincia con Prato

LUCCA - E’ questo il punto condiviso da tutti gli amministratori e i politici presenti alla riunione convocata a Palazzo Ducale dal presidente Stefano Baccelli per analizzare lo scenario legato al futuro delle Province.

-

Nei prossimi giorni la Camera approverà la legge che prevede il riordino delle province con l’aggregazione di Lucca, Prato, Massa e Pistoia. Una modifica è pressoché impossibile, ma secondo gli amministratori bisogna insistere per ottenere un successivo intervento legislativo capace di restituire al più presto ai territori la possibilità di autodeterminarsi.
Su cosa sia meglio rispetto alla superprovincia con Prato, gli amministratori si sono trovati quasi tutti d’accordo. Qualcuno spinge per una semplice unione con Massa Carrara, per altri la soluzione ideale sarebbe l’accorpamento di area vasta ipotizzato dal presidente della Regione Rossi: Lucca, Massa, Pisa e Livorno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento