Olimpiadi, Vizzoni chiude ottavo

OLIMPIADI - Alla fine è stato solo ottavo posto, ma si può tranquillamente dire che la quarta Olimpiade di Nicola Vizzoni è stata eccellente.

-

Alla fine è stato solo ottavo posto, ma si può tranquillamente dire che la quarta Olimpiade di Nicola Vizzoni è stata eccellente. Nella finale del lancio del martello l’atleta di Pietrasanta ce l’ha messa tutta, migliorando di due metri quanto fatto vedere in qualificazione. Non è bastato per chiudere fra i primi, ma aver lanciato a 76.07 dopo un anno costellato di infortuni e problemi fisici è stato davvero un grande risultato.
“Grazie a tutti gli amici che mi hanno sostenuto… ce l’ho messa tutta” ha scritto su Twitter poche ore dopo la fine della gara. Troppo più in forma l’ungherese Pars che ha vinto la finale con 80.59, superando lo sloveno Kozmus e il giapponese Murofushi, non a caso il trio finito sul podio a ordine diverso, al mondiale di Daegu dello scorso anno.
Per il colosso delle Fiamme Gialle è giunto il momento di un po’ di riposo. Poi ci sarà tempo per riflettere e pensare sul suo futuro. A 38 anni potrebbe nascere anche la voglia di smettere, ma con una freschezza così sarebbe davvero un peccato. Imperdonabile.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento