Porta lettere mobilitati contro i licenziamenti

PIANO DI COREGLIA - Interessa anche la Mediavalle la mobilitazione di porta lettere e impiegati di Poste Italiane, azienda che in provincia di Lucca vorrebbe tagliare 66 posti di lavoro.

-

A riferirlo sono i sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil che hanno spiegato, durante la manifestazione organizzata davanti al centro di smistamento della Mediavalle, che questi tagli oltre ad essere un problema occupazionale, potrebbero significare un peggioramento del servizio e un aggravio di lavoro per chi rimane in servizio. Insomma il timore è che la consegna della posta possa rallentare ulteriormente e i servizi allo sportello possano avere un peggioramento nell’erogazione del servizio. I tagli decisi in modo unilaterale potrebbero riguardare: 44 porta lettere e 22 impiegati. Una decisione, quella di Poste Italiane che non ha lasciato scelta ai sindacati, che hanno avviato una serie di presidi e manifestazioni. La protesta continua il prossimo 3 settembre con un presidio analogo al centro smistamento di Viareggio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento