Rapina al supermercato, due arresti

VIAREGGIO - La polizia ha effettuato due arresti per la rapina messa a segno giovedì pomeriggio nel supermercato Conad in via Foscolo nel centro cittadino.

-

Ieri sera, la polizia ha fatto una irruzione in un albergo di Massarosa e li ha arrestati. Nella stanza dell’hotel sono stati trovati parte della refurtiva e i mezzi utilizzati per la rapina.
Le indagini, attivate subito dopo le rapine perpetrate ai danni di alcune farmacie e supermercati di Viareggio, condotte dagli investigatori della Squadra Anticrimine del Commissariato di Viareggio, si stavano indirizzando nei loro confronti.
Grazie all’acume investigativo di un Sovrintendente del Commissariato di Forte dei Marmi, i due sono stati individuati presso un hotel della zona di Massarosa, dove uno di loro si era fatto registrare con un documento risultato smarrito a Pisa ed intestato ad altra persona.
Così alle 10.00 di ieri è scattata la trappola e gli agenti del Commissariato di Viareggio hanno fatto irruzione nel bungalow a loro in uso e li hanno immobilizzati.
I due, Andrea Formigli, 41 anni di Livorno e Rocco Mazzotta, 43 anni di Brindisi, sono stati trovati in possesso di 2.000 euro in contanti in banconote da 50, 20, 10 e 5 euro e diversi rotolini di moneta da 2 e 10 centesimi, compatibili con il provento della rapina ai danni della Conad di Viareggio avvenuta il 23 agosto scorso.
Le successive indagini, permettevano di rinvenire nella pineta di levante lo uno scooter di colore amaranto come quello utilizzato dai malviventi nella rapina alla Conad, ed uno scooter di colore giallo uguale a quello utilizzato nelle precedenti rapine in città. Ancora sono stati rinvenuti una pistola giocattolo priva di tappo rosso, perfetta riproduzione della Beretta modello 92, un coltello da cucina con manico in plastica nera fissata da tre ribattini, gli abiti indossati dal Formigli al momento della rapina della Conad e dei quali si era disfatto dopo il reato, nonché caschi da motociclista, occhiali, indumenti, compatibili con quelli indossati dai rapinatori nel corso delle rapine pregresse.
Sui due, riconosciuti dalle informazioni testimoniali raccolte dopo la rapina alla Conad, sono in corso accertamenti circa la loro responsabilità di altre rapine avvenute nel periodo estivo, in danno delle farmacie di Lido di Camaiore, Capezzzano Pianore, Torre del Lago e di quella ai danni del Minimarket di Piazza Dante.
Ora i due si trovano nel carcere di Lucca a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento