Trenta milioni per le industrie lucchesi

LUCCA - È il risultato dell’accordo sottoscritto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e dal Banco Popolare, rivolto alle aziende iscritte all’AssoIndustriali del capoluogo.

-

L’obiettivo è restituire impulso alle industrie locali, invischiate nella crisi da almeno tre anni, offrendo “benzina” nuova non solo al motore dell’occupazione, con maggiore liquidità disponibile per pagare stipendi, tredicesime e quattrodicesime ma anche sul fronte di investimenti e sviluppo commerciale, in Italia e all’estero.
In sostanza, la Fondazione (che in quanto tale non può erogare prestiti) si è impegnata a rendere i soldi disponibili per il Banco Popolare in proporzione di uno a tre, fino a un massimo di 10 milioni, sulla cifra d’investimento concordata dalla banca con l’azienda. Questi soldi allenteranno la stretta creditizia in atto anche presso l’istituto lucchese e potranno essere prestati alle imprese a tassi agevolati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento