Un lucchese in aiuto dei poveri brasiliani

LUCCA - Santa Rita è una delle città più povere del nord-est del Brasile. E’ qui che svolge la sua missione da fratello comboniano Francesco D’Aiuto, missionario laico lucchese che vive in Brasile dal 1985.

-

Santa Rita è una delle città più povere del nord-est del Brasile. Al suo interno c’è un quartiere che si chiama Marcus Moura, dove vivono 40.000 persone, il più degradato della città, dove regnano traffico di droga e disoccupazione e dove si consumano quattro omicidi a settimana. E’ qui che svolge la sua missione da fratello comboniano Francesco D’Aiuto, missionario laico lucchese che vive in Brasile dal 1985. In queste settimane è tornato a Lucca per portare testimonianza del lavoro svolto a Marcus Moura con i raccoglitori di spazzatura: uomini e donne che vivono raccogliendo e vendendo i rifiuti. Negli ultimi tre anni la parrocchia missionaria dei comboniani ha aiutato queste persone a organizzarsi in cooperativa.
Nel Brasile che scala le classifiche mondiali di crescita industriale e civile, rimane ancora una grossa sacca di povertà. Per sostenere i progetti della missione di Marcus Moura è sufficiente rivolgersi alla parrocchia dell’Arancio a Lucca, che da sempre è vicina al fratello Francesco D’Aiuto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento