Cilvinaite trionfa a Capannori

CICLISMO - La campionessa di Lituania Inga Cilvinaite vince la terza tappa del Giro di Toscana, da Segromigno a Capannori. Malgorzata Jasinska conserva la maglia rosa. Domenica ultima tappa da Lucca a Firenze.

-

1_09_12__ciclismo.jpg

La Segromigno-Capannori e’ anche la tappa che celebra il ricordo sempre struggente di Michela Fanini, a quasi 18 anni dalla sua morte. Una Santa Messa celebrata la mattina nella chiesa parrocchiale di Segromigno in Piano: presente la famiglia Fanini ed anche le atlete della squadra di patron Brunello. L’altro momento toccante poco prima dell’avvio di tappa. L’appuntamento e’ al vicino cimitero dove ormai da 17 anni si ricorda la figura dell’indimenticabile campionessa lucchese. Presenti le maglie e le cicliste piu’ rappresentative del Giro. La partenza avviene alle 13,55: sono rimaste in 99 delle 114 scattate mercoledi’ sera da Campi Bisenzio. Il tema tattico della giornata e’ bello e delineato: l’attacco alla maglia rosa di Malgorzata Jasinska che ha pero’ squadra solida e vantaggio robusto. Lo si nota gia’ sul primo passaggio al GPM di Segromigno in Monte quando e’ proprio la maglia rosa a condurre il gruppo con fare deciso ed autoritario. Qualche atleta perde gia’ contatto. La corsa si sviluppa su buon ritmo. Siamo ancora in salita con le grandi del Toscana in avanscoperta ma la Cipollini Gauss tiene cucita la corsa e la maglia rosa e’ ben protetta, quasi scortata verso il trionfo. Anche sui viali di Capannori la situazione non cambia: gruppo compatto con Tagliaferro e Guderzo a scortare la Jasinska piu’ che mai padrona del Giro. Alla campana dell’ultimo giro, ai meno 25 dall’arrivo, plotone ancora numeroso composto da circa 60-70 unita’. Forcing delle olandesi della Rabobank, che forse vogliono sganciare una fuga, ma la maglia rosa e’ sempre nelle prime posizioni. Si va sul Valgiano dove la selezione e’ netta. Gli attacchi dell’intramontabile Fabiana Luperini riducono il plotone a una dozzina di elementi con tutte le migliori. E’ sprint, anzi no. All’ultimo chilometro parte infatti decisa Inga Cilvinaite che guadagna una cinquantina di metri. Imperioso il ritorno del gruppo ma la campionessa lituana resiste e vince di un’incollatura sull’americana Megan Guarnier e la rediviva britannica Nicole Cooke. Nel plotoncino delle migliori anche Malgorzata Jasisnka che conserva la maglia rosa e pone manco a dirlo una seria ipoteca sulla vittoria del 17esimo Giro di Toscana. Domenica si corre infatti la quarta ed ultima tappa da Lucca a Firenze, frazione adatta alle velociste. Lunedi’ sera’ (ore 21) su Noi Tv Speciale sul 17esimo Giro di Toscana all’interno di “Primo Piano”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento