Dominio keniano alla Lucca Corri in Piazza

ATLETICA - I keniani Alex Cheruyot ed Hellen Jepkurgat dominano la quinta edizione della corsa organizzata dalla Virtus Lucca. Ottimo quarto posto di Daniele Del Nista e terza piazza di Denise Cavallini primi degli italiani.

-

09_09_12__atletica_lucca_corri.jpg

Prevedibile, non sempre scontato ma tant’e’ se vi pare. Dominio keniano nella quinta edizione della “Lucca Corri in Piazza” svoltasi nel centro storico di Lucca in una giornata calda ed ancora tipicamente estiva. 69 gli atleti al via (55 uomini, 14 donne) nella corsa fortemente voluta nonostante il periodo di crisi dall’Atletica Virtus CR Lucca. L’Alpi Apuane del presidente Graziano Poli e’ presente in modo massiccio con una squadra davvero numerosa. Modificato il tracciato: sei i giri da sciropparsi ciascuno di 1 chilometro e 600 metri pari a circa 10 chilometri. Gara interessante fin dalle prime battute con un quartetto che prende subito il largo: i tre keniani favoriti, Chirchir, Cheruyot e Tonui assieme ai quali resta uno splendido Daniele Del Nista. In campo femminile una coppia, qui tutta africana, Jepkurgat e Chebet a passo di danza mentre alle loro spalle si profila la lotta serrata per il podio tra Martina Celi, campionessa italiana di maratona, e Denise Cavalini del GS Lammari. I giri si susseguono rapidamente sotto gli occhi attenti delle centinaia di persone presenti lungo il percorso ma soprattutto assiepate in piazza Napoleone. Al secondo giro perdono contatto Chirchir e Del Nista: davanti restano Cheruyot e Tonui. Anche tra le donne attacco della gazzella Jepkurgat che stacca progressivamente un’indomabile Chebet. Si prosegue cosi’ fino alla campana dell’ultimo giro con le posizioni ormai cristallizzate. A quel punto ci si attende una volata ma negli ultimi 400 metri Cheruyot attacca e guadagna un centinaio di metri su Tonui. Sufficienti all’alfiere del GP Alpi Apuane per tagliare il traguardo solitario in 29’29” ed iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione. Sul podio anche Chirchir (Orecchiella) attardato di circa 1’. Quarto un ottimo Daniele Del Nista, primo dei bianchi e degli italiani. Rubino e Simi (ancora Alpi Apuane) giungono appiati per il quinto e sesto posto. Nessun problema in campo femminile per Hellen Jepkurgat che domina la prova palesando una superiorita’ schiacciante. Al secondo posto Eunice Chebet ad oltre 1’ mentre Denise Cavallini la spunta per il terzo posto su Martina Celi. Perfetta l’organizzazione della Virtus guidata come sempre in modo impeccabile dal DT Matteo Martinelli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento