Imparare a suonare in una banda

LUCCA - Dieci bande e le loro scuole di musica si sono esibite in Cortile degli Svizzeri. La rassegna è stata organizzata dall'Associazione Anbima, con il contributo delle Fondazioni Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Lucca.

-

Imparare a suonare e a farlo in gruppo: è lo scopo che anima le scuole dei complessi bandistici. “Scorribanda”, la prima rassegna delle scuole di musica e majorettes delle bande della provincia di Lucca, ha riunito più di duecento ragazzi di dieci complessi che aderiscono all’Associazione nazionale bande musicali autonome, l’Anbima. Tanti i corpi musicali che portano il nome del più celebre compositore nato in Lucchesia, Giacomo Puccini. Da Colle di Compito a Bozzano, da Montecarlo a Segromigno in Monte. Sul palco, allestito nel Cortile degli Svizzeri, anche le filarmoniche “Pietro Mascagni” di Camporgiano, “Alfredo Catalani” di Porcari, “Gaetano Luperini” di San Gennaro, “Alpina” di Castiglione Garfagnana, che hanno suonato un ampio repertorio di brani classici e contemporanei. E quando alla musica si abbinano le coreografie delle majorettes, ecco che la banda diventa un vero e proprio Gruppo Folkloristico, come quello di Nozzano. Grandi e piccole ballerine della Filarmonica “Versilia Don Eugenio Benedetti” di Capezzano Pianore, hanno entusiasmato il pubblico sulle note di canzoni famose, perché una vera banda può suonare di tutto e il divertimento è sempre assicurato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento