Lucchese, perché non parliamo della difesa?

CALCIO D - Se in questi giorni si è parlato tanto, forse anche troppo, dei problemi offensivi quando Brega non c’è, è giusto parlare anche di un punto di forza dimostrato finora dai rossoneri: la difesa.

-

Sulla carta, migliore trasferta, in questo momento, non poteva esserci. Una Lucchese che al Porta Elisa contro il Fidenza non ha entusiasmato, ha subito l’opportunità di riscattarsi andando a cercare i tre punti a Forcoli, contro una squadra che naviga al penultimo posto della classifica. Trasferta abbordabilissima anche per i tifosi che probabilmente colonizzeranno lo stadio Brunner (capienza 1.000 posti).
La formazione che mister Innocenti manderà in campo è ancora tutta da decidere, ma se in questi giorni si è parlato tanto, forse anche troppo, dei problemi offensivi quando Brega non c’è, è giusto parlare anche di un punto di forza dimostrato finora dai rossoneri. Stiamo parlando della difesa, bucata 1 sola volta in 4 partite e anche domenica scorsa, seppur messa sotto pressione da un Fidenza pungente, ha risposto con pochissime sbavature. La coppia centrale Espeche-Carli rappresenta una vera garanzia, supportata sulle fasce dai giovani De Vita e Barretta e dal più esperto Angeli. E quando si commettono qualche errori ecco spuntare i guantoni di Casapieri o Babbini.
L’atteggiamento e soluzioni offensive, forse è vero, vanno migliorate, ma con una retroguardia così la Lucchese può guardare in avanti con grande fiducia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.