Wepa, fumata nera dal tavolo con i sindacati

LUCCA - La Wepa non ci sente e rompe il tavolo di trattativa con i sindacati. Per i rappresentanti dei lavoratori, infatti, le richieste avanzate dalla proprietà sono inaccettabili e insostenibili.

-

Fumata nera quindi per l’incontro svoltosi in confindustria per parlare del futuro degli stabilimenti del gruppo tedesco a Lucca. I numeri sono importanti si parla di decine e decine di lavoratori che rischiano di restare disoccupati se gli impianti di Piano della Rocca e Fabbriche di Vallico. Oltre ai 20 esuberi di Salanetti. L’azienda durante il tavolo, avrebbe preteso per quanto riferita dalle sigle della Cgil e della Cisl che i sindacati approvassero un piano di ristrutturazione senza un piano industriale. Per i sindacalisti è una posizione insostenibile e per tanto la trattativa è salta. I sindacati di contro comunque hanno anche chiesto all’azienda di non andare avanti da sola, ma di tornare al tavolo quanto prima, per evitare una decisione unilaterale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento