ArcAnthea scatenata stritola il San Severo

BASKET DNA - Piu’ forti di tutte le avversita’ i biancorossi battono 96-56 il San Severo. Gara equilibrata fino all’intervallo lungo (38-35) poi Lucca prende il largo con Parente e Santarossa. Giovedi’ trasferta a Ferrara.

-

28_10_12__arcanthea.jpg

Quaranta punti di scarto in una delle sfide più difficili della stagione. L’Arcanthea si dimostra più forte di tutti gli imprevisti e si riscatta nel migliore dei modi la bruciante sconfitta di Firenze dimostrando, soprattutto, che quel passo falso è stato solamente un episodio. Non sono bastati gli infortuni di Gazzotti e Barsanti e i problemi fisici che durante la settimana avevano impedito a Casagrande di lavorare a pieno regime con il resto della squadra a frenare la squadra biancorossa. La vittoria contro San Severo porta infatti la firma di coach Russo, che ha saputo leggere benissimo la partita e trovare un vantaggio anche quando si è ritrovato con Banti e Zanotti gravati di quattro falli. Ma il suo braccio armato durante i quaranta minuti è stato Walter Santarossa, gara sontuosa del romano, bravissimo a interpretare le situazioni tattiche, ad aprire l’area segnando da tre punti e a realizzare anche con micidiali contropiede. Ma lo spettacolo è stato soprattutto un gruppo che nei quaranta minuti si è passato la palla e ha difeso alla perfezione. Match in equilibrio solo fino all’intervallo lungo chiuso sul 38 a 35, poi l’ArcAnthea prendeva il largo trascinata dal suddetto immenso Santarossa e dal solito sontuoso Parente. Vittoria larga (96-56) e convincente. Da annotare il debutto di Enrico Vincenzini, figlio del presidente Ugo. Ed ora sotto con la trasferta di giovedi’ a Ferrara.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento