La Regione chiude cinque stazioni

FIRENZE - Decisione schock della Regione sui trasporti ferroviari. L’assessore Luca Ceccobao, nell’ambito della velocizzazione della linea Firenze - Viareggio, ha annunciato la chiusura di 5 stazioni in provincia di Lucca.

-

Decisione schock della Regione sui trasporti ferroviari. L’assessore Luca Ceccobao, nell’ambito della velocizzazione della linea Firenze – Viareggio, ha annunciato la riorganizzazione di sette piccole stazioni della linea ferroviaria. Riorganizzazione in realtà significa chiusura. Due di queste stazioni sono pistoiesi, Serravalle e Borgo a Buggiano. Ben cinque ricadono sul territorio provinciale lucchese e sono quelle di Montecarlo, Porcari, Tassignano, Nozzano e Massarosa.
Dure le reazioni dei sindaci lucchesi. ‘Significa che nessun treno si fermerà più da noi’ dice il sindaco di Massarosa Franco Mungai. ‘E quello che è peggio – continua il primo cittadino – e che la delibera l’assessore l’ha firmata il primo ottobre e solo dopo ha convocato i sindaci interessati. Alla faccia della concertazione’.
Incredulo il sindaco di Porcari Alberto Baccini, che lunedì sarà a Firenze per chiedere spiegazioni. ‘Decisione incomprensibile – dice – oltretutto dopo gli investimenti che sono stati fatti sulla nostra stazione negli ultimi anni’.
Il presidente della provincia Stefano Baccelli parla di grave errore della Regione. ‘Se la notizia sarà confermata, è necessario che l’assessore ritiri la delibera e passi prima dal confronto con gli enti. Anche perchè – conclude Baccelli – il servizio di bus sostitutivi non sembra all’altezza di sostituire quello ferroviario’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento