Ma Lorenzo Fiale non ci sta

CALCIO 1A DIV. - Il capitano del Viareggio ritiene eccessivo il rigore accordato domenica scorsa al Catanzaro: il quinto contro le zebre nelle prime sei giornate. Nella trasferta di Sorrento i bianconeri ritrovano l’ex-Cesarini.

-

10_10_12__fiale_viareggio.jpg

Un Viareggio piu’ forte anche di qualche decisione aribtrale non proprio favorevole. Lo dicono i numeri e non tanto il vostro modesto cronista. Pensate che nelle sei partite di campionato finora giocate sono stati cinque i penalty assegnati agli avversari delle zebre con la spaventosa media di quasi uno a partita. Solo nella gara interna (1-1) con il Latina dello scorso 30 settembre Gazzoli non ha visto presentarsi qualche attaccante dal dischetto degli undici metri. Tornando al match piu’ recente, quello pur vittorioso contro il Catanzaro, il rigore contestato ha visto protagonista Lorenzo Fiale. Cosi’ a fine partita il valoroso capitano bianconero non ha nascosto una punta neanche tanto velata di polemica e di stizza. Rigori a parte, ma e’ un dettaglio da non trascurare, il Viareggio si proietta al prossimo impegno che si chiama Sorrento reduce dalla sfortunata trasferta di Andria. Al Degli Ulivi i rossoneri, nell’occasione in maglia bianca, sono usciti sconfitti per una rete del pugliese Riccardo Innocenti. Una battuta d’arresto che ha fatto precipitare la squadra di Giovanni Bucaro nei bassifondi della classifica. Tra l’altro il Viareggio ritrovera’ un ex di fresca memoria: Alessandro Cesarini talentuoso attaccante di scuola Spezia che lo scorso anno segno’ otto reti con la maglia del Viareggio. Un pericolo da non sottovalutare per la difesa bianconera e per capitan Fiale che ne conoscono e ne apprezzano qualita’ ed imprevedibilita’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento