Studenti in autogestione a Castelnuovo

CASTELNUOVO G.- All'Istituto Campedelli gli studenti hanno dipinto le aule della scuola, raccogliendo i soldi con una colletta. Ma quando piove, raccontano i ragazzi, entra acqua nel corridoio. Al Liceo Galilei si pensa alla crisi

-

La protesta contro i tagli al finanziamento pubblico all’istruzione scoppiata in tutta Italia, ha portato gli studenti del Liceo scientifico Galileo Galilei a decidere l’autogestione da mercoledì a sabato, mentre già da lunedì 15 era iniziata all’Istituto commerciale e per geometri Campedelli. Qui, armati di colori e pennelli, i ragazzi hanno dipinto le aule di rosa e celeste. Nonostante che alcuni di loro siamo più che maggiorenni, sulle pareti hanno disegnato personaggi dei cartoni animati come Spongebob o la famiglia dei Barbapapà. Ma i problemi strutturali degli edifici scolastici non si risolvono con la fantasia: i ragazzi raccontano che quando piove forte, cola acqua nel corridoio del primo piano. Al Liceo Galilei gli studenti puntano alto: nei giorni di autogestione vogliono realizzare un video per parlare dei tagli che colpiscono la scuola pubblica. Affronteranno poi il tema più generale della crisi, ospitando interventi di studenti universitari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento