Tambellini: “Lucca unita solo con Massa”

LUCCA - Nell’ultima e decisiva riunione del Cal, il Consiglio per le autonomie in programma martedì pomeriggio, il sindaco Alessandro Tambellini sosterrà l’accorpamento di Lucca con Massa Carrara.

-

Lo aveva promosso ai nostri microfoni non più tardi di tre giorni fa e alla fine è stato di parola: nell’ultima e decisiva riunione del Cal, il Consiglio per le autonomie in programma martedì pomeriggio, il sindaco Alessandro Tambellini sosterrà l’accorpamento della Provincia di Lucca con Massa Carrara. Rispetto alla posizione iniziale, considerata da tutti un po’ troppo tiepida, nel documento diffuso alla vigilia della riunione il primo cittadino dice no all’ipotesi proposta dal governatore Rossi che sosteneva una coincidenza tra nuove province ed area vasta e dunque un accorpamento con Pisa, Livorno e Massa.
“Nascerebbe un’articolazione provinciale assolutamente sproporzionata alle altre in termini di popolazione e pertanto di funzioni e compiti – scrive Tambellini -. Diviene pertanto evidente – continua il sindaco – come anche nel territorio della costa sia inevitabile prevedere l’articolazione in due province: una che raggruppi le attuali province di Lucca e Massa Carrara, l’altra quelle di Livorno e Pisa”.
Seppur in extremis, dunque, le istituzioni lucchesi si presenteranno al Consiglio con una proposta unitaria.
In attesa della sentenza, la mobilitazione attivata da NoiTv, La Nazione, Lo Schermo.it e Radio2000 ha dato i propri frutti. La pagina Facebook di Terre Nostre non solo ha superato quota 800 Mi Piace, ma in queste settimane è stata vista da oltre 20.000 visitatori univoci. Un risultato storico per una pagina Facebook di stampo locale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento