Lucca celebra Giovanni Palatucci

LUCCA - 27 gennaio, Giorno della Memoria, giorno per non dimenticare lo sterminio degli ebrei e tutte le vittime del nazismo. Lucca ha ricordato il commissario di polizia di Fiume che riuscì a salvare 5.000 ebrei.

-

commemorazione_palatucci.jpg

In attesa delle celebrazioni principali, che coinvolgeranno anche i giovani, in programma lunedì, Lucca e le sue istituzioni hanno ricordato una figura esempio di coraggio e giustizia: Giovanni Palatucci, commissario della Polizia di Stato medaglia d’oro al merito civile per aver salvato migliaia di ebrei durante la seconda guerra mondiale e per questo nominato anche Giusto tra le nazioni dallo Stato di Israele.
Il Comune, la Provincia, la Prefettura, la Polizia, le altre forze dell’ordine e le associazioni d’arma e combattentistiche hanno posto una corona di fiori al cippo che ricorda Palatucci nel parcheggio a lui intitolato nel 2003 dall’amministrazione comunale. Palatucci fu commissario di Polizia a Fiume nel periodo delle leggi razziali e grazie alla sua posizione si stima che abbia salvato 5000 ebrei impedendo che fossero deportati nei lager tedeschi dove lui fini nel 1943 per poi morire, a Dachau, pochi giorni prima della liberazione, quando aveva appena 36 anni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento