Disastro ferroviario, udienza preliminare

LUCCA - lnizia domani al Polo Fiere di Sorbano l’udienza preliminare per il disastro ferroviario di Viareggio, per decidere gli eventuali rinvii a giudizio. Trentadue gli imputati. Già calendarizzate otto sedute.

-

polo.jpg

Come già accaduto in occasione dell’incidente probatorio si è reso necessario il trasferimento dal Tribunale alla struttura di Sorbano per ospitare difensori e consulenti dei 32 imputati e dei familiari delle vittime, anch’esse trentadue. L’udienza proseguirà da lunedì fino a venerdì prossimo. Poi, riprenderà dal 2 al 4 aprile. Infine, l’ultima seduta è fissata per il 22 maggio. Alla fine, il giudice Alessandro dal Torrione dovrà decidere chi dovrà andare a processo. La procura ha chiesto il rinvio a giudizio, oltre che per l’amministratore delegato di Ferrovie, Mauro Moretti, anche per funzionari e vertici delle altre societa’ del gruppo Fs, della Gatx, della Cima di Mantova, che monto’ l’asse del convoglio che poi si spezzò provocando il deragliamento, e dell’azienda tedesca Jugenthal che aveva revisionato l’asse. I reati ipotizzati sono disastro ferroviario colposo, incendio colposo, omicidio e lesioni colpose plurime. Con ogni probabilita’, lunedi’ Moretti non sara’ a Lucca. ”Che venga o meno non ci interessa – commenta Daniela Rombi, dell’associazione il ‘Mondo che vorrei’ – se avesse voluto dimostrarci qualcosa, avrebbe gia’ avuto tutto il tempo. Ormai con noi non puo’ piu’ recuperare nulla”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento